^Back To Top

VoltoCenacoli Padre Annibale

Comunicazioni 05

Scheda Animazione Gennaio 2019

 

Scheda Animazione N. 1 Gennaio 2019

 

'La VIta Interiore'

 

"... Dio, abbi pietà di me peccatore (Lc 18, 13).

I. Invocazione allo Spirito Santo. Lettura della Parola della domenica o festa seguente (Riflessioni partecipate e applicazioni alla vita)

 

II. Coordinate spirituali: finalità del "Cenacolo P. Annibale":
1°. Pregare per le vocazioni
2°. Far pregare specie ammalati e anziani
3°. Essere "buoni operai" nel proprio stato di vita.
4°.
Spiritualità Rogazionista: (vedi "La Parola del Padre" pag. seguente).

 

III. Rosario Mariano-Vocazionale: le intenzioni di preghiera si affidano alla intercessione di Maria, "Madre delle Vocazioni".
tutta le sue dimensioni.

 

 Misteri della Luce

 

1° Mistero della Luce: Il Battesimo di Gesù nel Giordano.
- Perché lo Spirito Santo ci soccorra e ci accompagni nella ricerca di Dio.

 

2° Mistero della Luce: Le Nozze di Cana.
- Perché la fedeltà a Dio sia la scelta definitiva della vita.

 

3° Mistero della Luce: L'Annuncio del Regno di Dio e la conversione.
- Perché la conversione continua all'amore di Dio ci accompagni giorno per giorno.

 

4° Mistero della Luce: La Trasfigurazione di Gesù.
- Perché la Parola di Dio illumini e trasfiguri la crescita della vita interiore.

 

5° Mistero della Luce: L'Istituzione dell'Eucarestia.
- Perché la frequenza al banchetto eucaristico alimenti la fede nella presenza reale del Signore.

 

Il S. Rosario si conclude con la Salve Regina e la Preghiera per le Vocazioni (dal pieghevole di "Preghiamo con Maria Madre delle Vocazioni" oppure una simile).

 

IV. Condivisione - Testimonianza dei membri del Cenacolo sulla diffusione del Rogate e l'impegno del mese precedente - Lettura di alcune testimonianze de "Le Comunicazioni" delle altre sedi - Consegna a tutti della "Scheda di animazione" da diffondere specie tra anziani e ammalati...

 

V. Impegno del mese di gennaio: offrire la Salve Regina perché i sacerdoti e i consacrati chiedano l'intercessione di Maria nella propria vita.

 

Manda Signore, Apostoli Santi nella tua chiesa

 

Il pensiero del Padre

 

Vita interiore

 

Il tema di questo mese è di grande importanza e riguarda la "Vita interiore" cioè il cammino di santità. Negli scritti di S. Annibale troviamo una preghiera a S. Giovanni della Croce del 1887 periodo in cui il santo seguiva la spiritualità carmelitana e iniziava il cammino della sua congregazione femminile. Nel brano rileviamo elementi essenziali di "Vita interiore":

1. "O mio Glorioso San Giovanni della Croce, io vengo fiducioso ai vostri piedi, e alla vostra possente intercessione ricorro. Io sono oltremodo misero ed ignorante nelle vie della santa orazione, e perciò l'anima mia come terra sterile ed infeconda non dà frutti di virtù, ma spine di cattive inclinazioni e di peccati! Io desidero ardentemente, o Glorioso mio Santo, di applicarmi all'esercizio della santa orazione, quantunque così tardi, e dopo aver trascurato tanti e tanti anni per mia colpa! Vengo perciò ai vostri piedi, e vi prego che vi degnate accettarmi per vostro discepolo, l'ultimo tra i vostri discepoli. Siate voi mio maestro nel cammino della santa orazione. Porgetemi la vostra pietosa ed esperta mano, per entrare in questa via di salute e per ben progredire in essa. Voi foste arricchito dei tesori della celeste sapienza sulle cime dell'alto monte della divina contemplazione, ma vi disponeste a tanto dono con la più perfetta mortificazione dei sensi, riducendovi nella oscura notte della fede, col votamento di tutte le potenze in perfetta nudità di spirito, e secondando con perfetta docilità i moti della grazia e le segrete operazioni dello Spirito Santo; io miserabile vi supplico per amore di quella Divina Bontà che fece di voi un Santo così contemplativo ed elevato in orazione, che vi degniate impetrarmi grazia efficace dal Cuore Santissimo di Gesù per rinnegare ogni soddisfazione dei sensi, per mortificare tutte le mie passioni, per vincere con Annibale Maria Di Francia, santa violenza tutto il mio disordinato amor proprio, e per ridurre a tale stato di morte interiore il mio spirito, che libero e spedito possa procedere in quella via di santa orazione nella quale la Divina Bontà vorrà che io cammini. Deh, fate, o Glorioso mio Santo, che l'amore e l'umiltà non si scompagnino mai da me nella santa orazione, e che in essa io mi applichi con tutte le forze del mio spirito per giungere alla divina Unione con la perfetta uniformità del mio volere con la Divina Volontà. Voi che foste sublime Direttore delle anime, illuminatemi a conoscere la via per la quale debbo in essa procedere, e fatemi accorto delle insidie del mio amor proprio, della mia cattiva natura, del demonio o di altra falsa direzione. Impetratemi grazia che io non cada in vanità spirituali, o in illusioni di fantasia, ma con pura fede cammini nelle vie della santa orazione..." . Ave, Gloria. Annibale Maria Di Francia. (Scritti, vol. IV pp.64-66).

Copyright © 2016. Santuario Madonna della Grotta  Rights Reserved.