^Back To Top

Scheda Animazione Agosto - Settembre 2017

 

Scheda Animazione N. 8 - 9 Agosto - Settembre 2017

 

Il Lavoro

 

"Ma i sorveglianti li sollecitavano dicendo: «Porterete a termine il vostro lavoro" (Es 5,11)

 

I. Invocazione allo Spirito Santo. Lettura della Parola della domenica o festa seguente (Riflessioni partecipate e applicazioni alla vita).

 

II. Coordinate spirituali: finalità del "Cenacolo P. Annibale":
1°. Pregare per le vocazioni 2°. Far pregare specie ammalati e anziani
3°. Essere "buoni operai" nel proprio stato di vita.
4°.
Spiritualità Rogazionista: (vedi "La Parola del Padre" pag. seguente).

 

III. Rosario Mariano-Vocazionale: le intenzioni di preghiera si affidano alla intercessione di Maria, "Madre delle Vocazioni" tutta le sue dimensioni.

 

 Misteri dolorosi

 

1° Gesù suda sangue nell'orto del Getzemani.
- Perché l'impegno del lavoro sia svolto dai credenti come contributo all'opera di Dio.

 

2° La flagellazione di Gesù.
- Perché l'impegno professionale contribuisca alla realizzazione della propria personalità.

 

3° La coronazione di spine.
- Perché le difficoltà e i dolori della vita completino ciò che manca alla passione di Cristo.

 

4° Gesù sale al Calvario carico della croce.
- Perché il lavoro pastorale dei ministri della Chiesa sia offerto per la gloria di Dio e la edificazione dei fratelli.

 

5° Gesù muore in croce.
- Perché le prove della morte dei nostri parenti ed amici siano accolte come volontà di Dio sulla umanità.

 

ll S. Rosario si conclude con la Salve Regina e la Preghiera per le Vocazioni (dal pieghevole di "Preghiamo con Maria Madre delle Vocazioni" oppure una simile).
• Condivisione - Testimonianza dei membri del Cenacolo sulla diffusione del Rogate e l'impegno del mese precedente - Lettura di alcune testimonianze de "Le Comunicazioni" delle altre sedi - Consegna a tutti della "Scheda di animazione" da diffondere specie tra anziani e ammalati.
• Impegno dei mesi di Agosto-Settembre: Pregare per i sacerdoti anziani e ammalati.

 

Manda Signore, Apostoli Santi nella tua chiesa

 

Il Pensiero del Padre

 

Il lavoro

 

Il tema del lavoro proposto questo mese lo tratta Padre Annibale in un discorso del 20 agosto 1906 tenuto a Messina ad un Comitato di nobildonne che appoggiavano l'Opera.
E' un lungo e articolato discorso da cui stralciamo i suoi pensieri:

 

" Io ho sempre ritenuto che un Istituto che si prefigge l'educazione della gioventù, nel quale, oltre delle bambine, vi sono anche delle giovanette capaci a lavorare, qualora pretendesse sostentarsi con le sole elemosine si assomiglierebbe né più né meno che ad un giovane robusto che, invece di lavorare, volesse vivere di accattonaggio... Del resto appoggiarsi sulle elemosine per Istituti di giovanetti d'ambo i sessi, sarebbe un pregiudizio al retto indirizzo educativo. I ragazzi e le ragazze debbono avvezzarsi al lavoro fin dalla più tenera età, e col crescere negli anni si deve trovare il modo di rendere fruttifero il lavoro. Il lavoro in una casa educatrice è tra i primi efficienti della
moralità; desso è ordine, è disciplina, è vita, è caparra di buon avvenire pei soggetti che vengono educati. Essi apprendono per tempo a guadagnarsi il pane col sudore della loro fronte ".
Per i ragazzi: "secondo la loro naturale inclinazione "
Per le fanciulle: ricamo in bianco, in seta, in oro, lavori di filet, uncinetto, tombolo, oro filato, merletti uso antico, e maglieria.
In particolare promuove la premiazione, l'esposizione dei lavori e la compartecipazione agli utili perché "quando usciranno dall'Istituto, alla debita età, verrà loro consegnato il peculio...
"Riguardo al lavoro del filet non posso passarvi buona la scusa apportatami,
che codeste esterne non vogliono farlo ecc. Ciò avviene perché voialtre non sapete o non volete con ferma volontà condurre la cosa.
Ammaestratene almeno due esterne, le più povere, dicendo loro e ai loro parenti che intendete pagarle; e appena vi consegnano qualche primo lavoretto, anche malfatto, tale che dovete bruciarlo, accettatelo e date loro due o tre lire per una - le pago io -; e così le allettate. Seguitate e poi verranno le altre. Raccomandatevi alla SS. Vergine, perché in tutto ci vuole la preghiera. Alle orfanelle interne date a lavorare bene il filet, e il primo lavoro ben fatto lo mandate a me in Messina e ve lo pago; e così di seguito. Credo di essermi spiegato! per condurre le case ci vuole attività, lavoro, sacrificio, e non appoggiarsi alle elemosine"

(Scritti - Discorsi p.438)

Copyright © 2016. Santuario Madonna della Grotta  Rights Reserved.