ANNIBALE MARIA DI FRANCIA

______________________

 

     Uomo di grande umanità e spiritualità. Ha illuminato con la sua vita e la sua opera tre quarti di secolo a cavallo tra il 1800 e il 1900. Nasce infatti a Messina il 5 Luglio 1851 e ivi muore il 1° Giugno del 1927.

     Nato a  Messina  da  famiglia  nobile, con  una vocazione irresistibile  s'introdusse nella vita sacerdotale della sua città dove  la  Provvidenza  doveva indicargli il campo di apostolato tra i poveri e i diseredati del "Quartiere Avignone".

     Lo   Spirito  Santo  depose  nel  suo  cuore il carisma dell'obbedienza al comando di Gesù: "Pregate il Padrone della messe perché mandi operai nella sua messe” (Lc 10,2).

     L'adorazione del Cuore di Cristo presente nell'Eucarestia e l'amore  per i  più deboli e bisognosi  lo rese  contemplativo nell'azione e attivo nella contemplazione, realizzando  il  suo ideale "Dio e il Prossimo".

     I 76 anni della sua vita si chiusero nella visione di Maria che lo chiamava al premio dal ritiro della Madonna della Guardia a Messina il 1° Giugno 1927. Sua Santità Giovanni Paolo II lo ha proclamato “Beato” il 7 Ottobre 1990 in occasione del Sinodo dei Vescovi per testimoniare alla chiesa e al mondo il suo amore per il sacerdozio e la formazione dei  "chiamati” al ministero sacerdotale.

     P. Annibale per la sua esperienza con gli ultimi e la sua dedizione alla promozione umana fu anche definito ”Padre degli orfani e dei poveri e autentico anticipatore della moderna pastorale delle vocazioni”.